Come preparare i bambini per un viaggio in California

Scopri insieme a noi i libri, i cartoni e tutte le strategie da utilizzare per coinvolgere i bambini in un viaggio in California!

Una delle parti nell’organizzazione di un viaggio che amo di più in assoluto, è quella in cui raccolgo spunti e materiale per coinvolgere nostro figlio.

Nel momento in cui il nostro cucciolo ha cominciato a crescere, a essere consapevole e parte attiva nei nostri viaggi, è diventato per noi importante prepararlo alla meta, approfondire con lui i vari aspetti della destinazione come flora, fauna, ambienti naturali e cose particolari che si va a visitare.

Rendere i bambini partecipi e consapevoli significa attivare la loro innata curiosità, far scattare la molla dell’avventura, trovare la chiave per coinvolgerli e creare quel collante di conoscenza che imprimerà nella loro memoria i ricordi di queste esperienze.

Ognuno di noi può attingere alle sue inclinazioni e sbizzarrirsi con le attività più svariate: il materiale è praticamente infinito. Ovviamente il tutto va tarato in base all’itinerario che si andrà a seguire in viaggio e alle attrazioni che si intende visitare.

Per il nostro viaggio in California, mi sono concentrata su 3 aspetti principali: la fauna marina che andremo a vedere lungo la costa, l’ambiente della montagna con i parchi del Sequoia e dello Yosemite, i film di animazione che popolano il mondo degli Universal Studios.

Prima della partenza

La preparazione prima della partenza è fondamentale per coinvolgere i bambini al viaggio che andranno a vivere. Questa fase di approfondimento creerà loro aspettative e curiosità, oltre a fornire una base di conoscenze che li aiuterà a capire quello che stanno vedendo.

Film e cartoni per i piccoli

I film e i cartoni animati sono la risorsa più semplice e immediata ma anche quella di maggiore impatto. Rimarrà sicuramente impressa nella loro memoria.

Giust’in Tempo

Questo divertente e istruttivo cartone offre una puntata dedicata alla corsa all’oro e noi, durante questo incredibile viaggio, visiteremo ben 2 città nate sulla scia di questo fenomeno: Bodie e Coloma. Iniziare a capire il mondo dei cercatori d’oro aiuterà i piccoli ad avvicinarsi a questo mondo avventuroso e pittoresco.

Alla ricerca di Dory

Il magnifico film della Pixar si svolge proprio in California. Non è citato esplicitamente ma si riferisce all’Acquario di Monterey (nel film parlano di Morro Bay) e noi dedicheremo un intero pomeriggio all’esplorazione di questo luogo affascinante. Gli acquari sono una delle attrazioni più amate dai bambini e qui potranno vedere il famoso polpo gigante immortalato nel film!

Cars – Motori ruggenti

Il bellissimo film di animazione con protagonista Saetta Mcqueen si svolge in parte in California. Molti sfruttano l’occasione per ammirare e percorrere un pezzo della stupenda Route 66 che si conclude a Santa Monica. Il primo film di Cars narra e racconta con voce nostalgica proprio i villaggi che ancora sopravvivono sulla Route 66, una pagina poetica che coinvolgerà anche i genitori!

Inside out

Un altro film Pixar strepitoso: questa volta il tema sono le emozioni ma la storia di svolge a San Francisco, di cui si vedono benissimo i luoghi più affascinanti come il Golden Gate Bridge e i meravigliosi quartieri con le piccole casette colorate e le strade vertiginose. Alcune scene immortalano perfino Lombard Street!

LEGGI la nostra guida per vedere San Francisco in 4 giorni!

Mrs Doubtfire

Chi non conosce questa esilarante commedia con protagonista Robin Williams? La casa di Mrs Doubtfire si può vedere esternamente perché si trova a San Francisco, non lontano da Alamo Square e dalle Painted Ladies.

L’indirizzo? 2640 di Steiner Street.

Quattro zampe a San Francisco

Al momento della partenza per le vacanze dei padroni, due cani e una gatta fuggono dall’aeroporto e cercheranno la via di casa muovendosi randagi per le strade di San Francisco.

Film e cartoni per i più grandi

Se i vostri figli sono più grandi potete vedere insieme a loro film dalla trama più complessa che si svolgono in California.

E.T. l’extra-terrestre

Questa storia poetica e sognatrice diretta e prodotta da Steven Spielberg è ambientata fra le foreste della California e Los Angeles, dove vive il piccolo Elliot, protagonista del film.

Le riprese sono state fatte tra Northridge e Tujunga dove ancora è visibile la casa di Elliot, al 7121 Lonzo St a Tujunga e nella foresta di sequoie vicino a Crescent City .

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

La divertente pellicola di Robert Zemeckis racconta l’industria cinematografica della Los Angeles anni ’40, con atmosfere sospese nel tempo, cartoni animati impazziti e commistione fra attori in carne e ossa e personaggi di animazione.

Genitori in trappola

Se avete in mente di visitare anche la Napa Valley allora questo è il film per voi! Infatti il remake della Disney di Il Cowboy con il velo da sposa, è ambientato proprio in questa valle ricoperta di vigneti.

Bumblebee

L’adrenalinico film sugli autobot guidati da Optimus Prime è stato girato fra San Francisco e Los Angeles.

Grosso guaio a Chinatown

Forse questo film piacerà di più ai nostalgici genitori che ai ragazzini ma rimane un vero cult degli anni ’80, ambientato ovviamente a San Francisco dentro a Chinatown.

Ritorno al futuro

Ho lasciato per ultimo uno dei miei film preferiti in assoluto, che ha davvero segnato un’epoca per tutti noi che siamo nati a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80: Ritorno al Futuro di Robert Zemeckis con gli indimenticabili Michael J. Fox e Christopher Lloyd.

Tutti gli esterni sono stati girati nella zona intorno a Los Angeles e se volete fare la pazzia di vedere dal vivo e dall’esterno (è di un privato) la casa di Marty McFly allora dovete recarvi al 9303 Roslyndale Avenue, Arleta, non distante dalla grande metropoli.

Se andate agli Universal Studios

Questo paragrafo è dedicato a chi ha in programma di trascorrere una giornata agli Universal Studios. Ve lo dico spassionatamente: non ha senso visitarlo se non si conoscono i film che vi sono rappresentati e che sono i temi delle giostre. Se non c’è entusiasmo, diventa solamente una grande fatica. Ho stilato quindi una lista di film che sono i grandi protagonisti del parco.

La saga di Harry Potter

All’interno degli Universal Studios c’è un’intera area interamente dedicata a Harry Potter: i fan della serie impazziranno a passeggiare per Hogsmeade, entrare a Hogwarts e farsi la foto con la locomotiva 5972.

Più sarete patiti conoscitori dei film e più potrete apprezzare i tanti dettagli fedeli agli allestimenti di scena!

Transformers

Io ricordavo a mala pena questi film, ma se li avete visti e apprezzati, vi godrete ancora di più questa giostra adrenalinica che si è rivelata per noi quella più amata: l’abbiamo fatta 5 volte!

Jurassic World

Ventidue anni dopo l’incidente al Jurassic Park, il sogno di John Hammond è diventato realtà. Isla Nublar dispone finalmente di un parco a tema completamente funzionante, che attira migliaia di turisti ogni giorno. Su questo aspetto del film punta la giostra, piena di dinosauri animati e discese dalle cascate.

Cattivissimo Me

Dedicata ai più piccoli questa giostra molto divertente e colorata è godibile solamente se si conosce il film e i suoi personaggi! Il nostro cucciolo si è divertito moltissimo!

Libri

Questa è sicuramente la categoria di materiale che più amo nella preparazione di un viaggio. Leggere stimola moltissimo la fantasia, fissa i concetti, apre la mente.

Rileggere poi gli stessi libri dopo aver vissuto quell’esperienza sarà indimenticabile e manterrà vivo il ricordo del viaggio.

Julia e la sequoia / La ragazza sull’albero

Nel 1997 Julia Butterfly Hill, a soli 23 anni, riuscì a impedire il taglio di una grande foresta di sequoie nel Nord della California rimanendo per 738 giorni abbarbicata a 55 metri d’altezza tra i rami di una sequoia.
Questa storia, liberamente ispirata a quella vicenda, vede come protagonista una bambina altrettanto coraggiosa e determinata: la piccola Julia, che con l’aiuto dei suoi amici a due e quattro zampe riesce a salvare l’amata sequoia.
Un messaggio di speranza rivolto a tutti i bambini e a tutte le bambine, futuri custodi del Pianeta.

Se invece i vostri figli sono più grandicelli potrete leggere insieme a loro o consigliargli il diario di questa ragazza indomita e determinata!

L’isola del del tesoro

Secondo alcune teorie, Robert Louis Stevenson trovò ispirazione per il suo romanzo più famoso, L’isola del tesoro, proprio a Point Lobos, un bellissimo promontorio alle porte di Carmel, quando si fermò a Monterey nel 1879. Un’ottima scusa per rileggere un grande classico della letteratura!

In base all’età dei vostri figli, potrete decidere per la versione integrale o quella riadattata per bambini, come ad esempio quella della bellissima collana firmata Geronimo Stilton, ricca di schede di approfondimento su storia, geografia e cultura.

Libri sulla natura

Il regno degli alberi. Ediz. a colori  – ElectaKid: un libro con illustrazioni meravigliose per avvicinarsi ai diversi ambienti e alberi in maniera quasi magica, sicuramente fantasiosa.

Oceano. Tagli e animazioni per esplorare il mondo marino – L’ippocampo Ragazzi. Tuffatevi nel vero polmone del nostro pianeta, incontrate i suoi abitanti, una flora e una fauna ricchissime che si rivelano dietro sorprendenti tagli laser. Capire come nasce un’onda, osservare le fumarole nere nelle grandi profondità, ammirare il teatro corallino e la danza degli animali bioluminescenti. Questo libro documentario presenta i molteplici aspetti dell’oceano e ne spiega i misteri. Vi attende un viaggio nel cuore dell’immenso blu grazie a tante animazioni.

Viaggi straordinari. Storie di animali che migrano. Ogni storia racconta i viaggi incredibili che questi animali devono percorrere nella loro esistenza: e in California si possono vedere sono megattere e leoni ed elefanti marini!

Il magnifico libro del mare – Touring Club: Ragazzi e bambini dai 6 anni in su possono sfogliare questo volume illustrato per fare un bel tuffo nel blu alla scoperta delle splendide creature marine che si levano in volo sulla superficie dell’acqua o prediligono profondità e abissi oceanici. Ce ne sono di ogni tipo, forma e dimensione. Ogni doppia aiuta a conoscere una specie marina grazie a un’illustrazione di grandi dimensioni a firma di Val Walerczuk, una scheda con le informazioni più importanti (lunghezza, peso, vita media, alimentazione, ecc) e un simpatico disegno che simula le dimensioni della creatura rispetto all’uomo!

 

 

In valigia

Si sa che la California è un paese dalla vocazione marinara, patria del surf e delle grandi ed infinite spiagge. In estate fa caldo, soprattutto nella parte sud, soprattutto a Los Angeles e San Diego ma appena ci si avvicina a San Francisco o si sale sulla Sierra Nevada le temperature cambiano e la sera serve una giacchetta e una felpa.

Occorre quindi armarsi di un abbigliamento misto, adatto sia all’estate che a una tarda primavera. Inoltre servono sia scarpe aperte, per andare sulla spiaggia e resistere alle torride temperature sia quelle chiuse, per passeggiare su e giù dalle colline di San Francisco, oltre a quelle da trekking se si pensa di fare escursioni nei parchi nazionali e regionali.

👉🏻SCOPRI come preparare la valigia dei bambini

Abbigliamento e colori

Non ve lo nascondo: portare capi a “tema” mi piace sempre un gran tanto. Così, al momento del cambio di stagione e del normale decluttering della roba ormai piccola, per fare spazio alle nuove taglie, ne approfitto per buttare un occhio e vedere se nelle nuove collezioni stagionali si trovano magliette e felpe che possano adattarsi al viaggio che abbiamo in programma.

Oltre tutto negli ultimi anni i brand per bambini attingono moltissimo alle destinazioni turistiche e al tema”travel” e si trova davvero moltissimo.

 

In viaggio

Questi 6 anni di viaggio mi hanno insegnato una cosa fondamentale: partire sempre ben organizzati e cercare di coinvolgere il bimbo il più possibile all’esperienza che sta vivendo.

Non ve lo nascondo: è faticoso, molto faticoso. Sarebbe molto più facile piazzarlo davanti un tablet la sera, in aeroporto o al ristorante. E invece parlare, giocare, osservare insieme il mondo che stiamo esplorando, capire dove siamo e perché siamo qui, se da un lato sfinisce le energie dei genitori, dall’altro regala ai nostri figli un bagaglio culturale incredibile, che si porteranno dietro per la vita.

Busy Bag

Oramai quasi tutti conoscono la Busy Bag. Si tratta di una piccola borsa o zainetto “costruito” in base all’età dei bambini con piccoli giochi, attività e album da colorare. A cosa serve? Ad occupare i tempi morti, a intrattenere i bambini durante i voli, i trasferimenti, i pasti e tutti quei momenti del viaggio in cui occorre riportare la calma e la pazienza.

👉🏻SCOPRI come realizzare una busy bag per 6 anni

Ognuno può comporre la busy bag nei modi più svariati ma noi vi consigliamo di orientarla e di variarla in base all’età, agli interessi del bambino e al tipo di viaggio. In foto vi abbiamo mostrato tutto quello che abbiamo portato per il nostro viaggio in California e Hawaii ma ovviamente, non è stato messo a disposizione tutto insieme, ma distribuito durante la vacanza, per creare delle novità nei momenti critici.

Mappe

A volte le città possono essere impegnative per i bimbi piccoli: si cammina tanto, ci sono grandi spazi da percorrere, tante ore da passare in giro e molte più cose che interessano gli adulti.

Per cercare di mantenere vivo l’interesse può essere utile dotarli di mappe dalle illustrazioni attraenti e coinvolgerli “facendoci” guidare da loro e attribuendogli un piccolo ruolo e compito da assolvere.

Dove trovarle? Utilizzate il sito They Draw and Travel, che le cataloga in base alla destinazione.

Altrimenti cercate su Google Images: basta scrivere Illustrated Map con la città o la zona interessata!

Ovviamente è solo un paliativo: i bimbi più piccoli si stuferanno in fretta ma i grandicelli potrebbero apprezzare!

Fotografi provetti

Avete mai pensato di mettere in mano a vostro figlio una macchina fotografica? Provate e scoprirete un mondo! Ovviamente non dico una reflex da migliaia di euro, magari una vecchia compattina che non usate più.

Improvvisamente responsabilizzati di un oggetto di valore, inizieranno a guardare in maniera diversa la realtà intorno a loro e a tentare di imbrigliarla a più non posso. Una bella motivazione per indurli a camminare e a viaggiare!

Senza contare che vedrete il mondo attraverso i loro occhi e magari ne usciranno foto davvero originali!

Diario o taccuino di viaggio

Tenere un diario di viaggio è una bellissima e utilissima routine di viaggio: così è nato Viaggiamondo. Con i bimbi più grandi può essere un esperimento da introdurre nei momenti più noiosi della giornata. Se ameranno questa pratica, sarà davvero una stupenda abitudine da fare insieme.

Per i più piccoli, si può utilizzare il metodo del disegno: raffigurare quello che si è visto durante la giornata. Il nostro cucciolo, durante i trasferimenti in auto, ha prodotto i disegni più belli che un giorno diventeranno per noi ricordi meravigliosi!

Junior Ranger Program

Se avete in programma di visitare i parchi nazionali, come lo Yosemite, il Sequoia e Kings Canyon, il Joshua Tree o la Death Valley e se i vostri bimbi sono appassionati di natura, allora non potete fargli perdere il Junion Ranger Program, un programma organizzato dai National Parks per favorire e diffondere l’amore per la natura nelle nuove generazioni.

👉🏻SCOPRI come organizzare una visita al Sequoia e Kings Canyon National Parks

Basta recarsi in uno dei Visitor Center del parco prescelto, farsi dare l’Activity Book, ovvero un opuscolo con giochi, domande e attività selezionate in base all’età del bambino e compilarlo con lui per “lavorare” su quello che si è visto ed esplorato. A questo punto si ritorna al Visitor Center, si consegna l’opuscolo a un Ranger che si occuperà di visionarlo e poi, a seguito di un piccolo giuramento di “fedeltà” alla natura, verrà consegnato al bambino un distintivo da Junior Ranger. Un’esperienza indimenticabile!

Ricordatevi che questo tipo di attività viene svolto anche dagli State Park e i National Historic Landmark della California: ad esempio noi lo abbiamo fatto a Bodie, a Coloma, presso il Marshall Gold Discovery State Historic Park, a Point Lobos e anche presso l’Emerald Bay State Park sul Lake Tahoe!

Kit piccolo esploratore

Scoprire la natura è una delle esperienze più belle che potete regalare ai vostri figli! Se poi ci aggiungete una componente avventurosa e scientifica, li farete sentire dei veri esploratori: armati di bussola, lente di ingrandimento, torcia e campanello anti orso, avranno una meravigliosa motivazione per amare il viaggio e la natura.

Noi non partiamo mai senza kit da esploratore e ci è servito in tutti i viaggi in cui abbiamo dedicato molto tempo agli ambienti naturali.

 

Rientro a casa

Pensate che il lavoro sia finito una volta tornati a casa? Sbagliato! Se non si rinnovano i ricordi, purtroppo molti momenti vengono persi nell’oblio del tempo che passa.

E allora via libera alla vostra fantasia per rivivere il viaggio appena trascorso. Ognuno di noi può inventarsi le formule che preferisce in base alle proprie inclinazioni.

Scrapbooking

Se avete una buona manualità, potrete optare per un album realizzato con la tecnica dello scrapbooking: è un metodo per conservare un ricordo o una storia in forma di fotografie, biglietti di ingresso e altri ricordini del viaggio, da inserire in un album decorato manualmente.

Esistono infinite varianti che dipendono solo dalla fantasia individuale ma il risultato finale, se si ha dimestichezza con questa tecnica, è davvero sorprendente!

 

Organizzazione delle fotografie

 

Un’altra idea davvero carina è quella di creare dei fotolibri a tema, da regalare ai vostri bimbi: vedersi e rivedersi in fotografia, rende i ricordi ancora più vividi e mantiene forte la connessione con i luoghi visitati!

1 Comment

  • sei fantastica. io continuo a pensare che di te non si può fare a meno se si vuole viaggiare con intelligenza.sei grande!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *