Girovagando per la solare Salta

Quelli che seguono sono vecchi appunti del periodo 2001-2012, scritti mentre eravamo in viaggio, il più delle volte durante i trasferimenti su bus o treni. Pensiamo possano comunque essere interessanti e utili.

Atterrando a Salta ci è sorto spontaneo un immenso sorriso: dopo tanta pioggia e freddo, un bellissimo cielo blu e un sole tiepido!

Salta è una solare cittadina nel nord dell’Argentina, circondata da montagne e boschi e che conserva un carattere a misura d’uomo: piazze alberate, parchi, giardini e bellissimi palazzi coloniali, il tutto arricchito da chiese barocche, caffetterie accoglienti,ristorantini deliziosi e interessanti negozi di artigianato.

Insomma, come avrete capito, Salta ci è davvero piaciuta!

Cose da ricordare

  • la salita in teleferica fino al Cerro, una collina da cui si gode una bella vista sulla città e la discesa di 1100 gradini con tantissimi cittadini in tenuta da jogging.
  • il museo MAAM, dove sono esposti i corpi perfettamente conservati di tre bambini inca sacrificati per la pace del regno.
  • il giro per banche e cambi per cercare di convertire i pesos in dollari e scoprire che non è consentito agli stranieri.
  • Una mega parrilla, grigliata di carne e interiora in cui mi sono fatta valere mangiando una corposa salsiccia di sanguinaccio!!
  • Dormire in una tipica posada, casa caratteristica argentina gestita da un ragazzo davvero simpatico.
  • Andare a cavallo per le montagne intorno a Salta ( con una galoppata non prevista in cui abbiamo rischiato di fare in bel volo per terra) e pranzare insieme ai gauchi sotto il portico con patate dolci, carne alla brace e una gustosa insalata!
  • Fare spesa al supermercato e scoprire che non usano i doccia schiuma: solo file interminabili di sapone di tutte le profumazioni!
  • La visita al museo della città: uno scorcio davvero unico sulla vita di salta nei secoli, dagli strumenti di lavoro agli antichi portoni in legno, dalle carrozze ai reperti archeologici, il tutto inserito nel magnifico contesto del cabildo, il vecchio municipio con cortili fioriti, porticati e un meraviglioso loggione affacciato sulla piazza principale!
  • Un pranzo a base delle migliori empanadas di Salta in un corti etto frequentato dai tassisti della città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *