Ha Long, la baia del drago

Quelli che seguono sono vecchi appunti del periodo 2001-2012, scritti mentre eravamo in viaggio, il più delle volte durante i trasferimenti su bus o treni. Pensiamo possano comunque essere interessanti e utili.

Dopo una abbondante colazione a fianco di un numeroso gruppo francese partiamo per la baia di Ha Long e ci imbarchiamo sulla Syrena, una fighissima giunca da crociera.

Non si può descrivere la bellezza di oltre 2000 rocce ricoperte di fitta vegetazione che sbucano come strani esseri dal mare! Che spettacolo e noi ce lo godiamo in solitudine (il gruppo di coreani con cui condividiamo la navigazione si rintana nelle cabine per sfuggire al sole..bizzarri!) sul ponte alto fra sole e vento.

Programma di viaggio

  • Escursione in sampano per vedere un villaggio galleggiante di pescatori.
  • Escursione a Titop Island per salire in cima e godere un bel panorama sulla baia e tuffetto per me in acqua.
  • Dimostrazione culinaria per preparare una specie di maki senza alghe.
  • Cena fusion vietnamita insieme all’orda di coreani affamati e agguerriti a spazzolare tutto.

Dopo aver bivaccato sul ponte per cercare, invano, di ammirare le stelle, ci ritiriamo per una sana sfida a macchiavelli 😉

L’alba ci sorprende ancora assonnati e partiamo presto per visitare le grotte di ha long, che si rivelano davvero impressionanti, peccato solo per il caldo soffocante che fa girare la testa.

Tornati a bordo breakfast/brunch con ottimi noodle e frutta e poi si veleggia verso terra per proseguire verso Hanoi dove ci attende il volo per Huè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *