I luoghi di Harry Potter a Londra

Londra è una città fantastica, eclettica e ricca di stimoli, così piena di angoli da scoprire che il tempo per visitarla non basta mai. Da sempre è stata lo sfondo ideale per romanzi, film e ambientazioni di ogni epoca.

Harry Potter non fa eccezione. Il giovane maghetto, protagonista della celebre serie di libri per bambini e ragazzi, vive, cresce e si muove proprio a Londra. Si narra sia nei libri che nei film da cui sono stati tratti.

Londra parla di magia in effetti. Londra è una straordinaria commistione fra antico e moderno, fra storico e attuale, fra tradizione e innovazione: accanto a grattacieli dalle forme bizzarre, si incastrano edifici vittoriani in mattoni rossi, in mezzo a un reticolo urbano all’avanguardia, ancora si districano quartieri squisitamente di fine ‘800, nella città degli affari e della finanza, si può bere una pinta di birra in pub antichi di oltre 100 anni, accanto a deliziose caffetterie dove perpetrare il rito del thè pomeridiano, si possono gustare le cucine di tutto il mondo, vicino alla cultura underground, esiste ancora la venerazione per la famiglia reale e i suoi scandali.

Forse è stata proprio Londra a ispirare il dualismo così ben descritto dalla Rowling fra il mondo babbano, moderno, eclettico, tecnologico e variegato, con il mondo magico, antico, manuale, analogico, vintage e retrò. Se come me amate il mondo di Harry Potter, allora non potete perdervi l’occasione per andare “a caccia” dei luoghi che hanno ispirato i libri e quelli in cui sono stati effettivamente girati i film.

Se poi avete figli allo stesso modo appassionati del maghetto con la saetta sulla fronte, allora girare per la capitale britannica alla ricerca delle location sarà una straordinaria strategia per coinvolgere i bambini in un viaggio a Londra!

Binario 9 e 3/4

Nella vita reale: stazione di Kings Cross
Film: Quasi tutti i film della saga

Tutti i fan di Harry Potter sanno che l’Hogwarts Express, il treno a vapore che permette di raggiungere la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts , si trova nella stazione di King’s Cross, nel London Borough of Camden. Il treno 5972 parte dal famoso binario 9¾, al quale si accede attraversando uno dei pilastri che dividono i binari 9 e 10 della stazione babbana.

Ovviamente nella realtà il binario 9¾ non esiste ma le riprese del film all’interno della stazione sono state girate veramente a King’s Cross. Per onorare la fama mondiale di questo luogo immaginario, proprio vicino ai binari 9 e 10, è stato ricreato l’accesso al binario 9¾. Il tutto purtroppo si è trasformato in una grande impresa commerciale: accanto al finto binario si trova infatti uno shop ufficiale di Harry Potter e il carrello viene posizionato ogni mattina dal personale. Si creano file pazzesche per farsi fare la foto con il carrello: vi consigliamo di arrivare con almeno 30 minuti in anticipo rispetto al negozio (che apre alle 09.30).

Gli addetti mettono a disposizione le lunghissime sciarpe ufficiali di Hogwarts, una per ogni casa, e vi aiuteranno a scattare fantastiche fotografie con le sciarpe svolazzanti. Se vorrete comprare le foto ufficiali (l’acquisto non è vincolante), potrete entrare all’interno dello shop e concludere la spesa, altrimenti potrete sfarvi scattare contemporaneamente le stesse fotografie da chi vi accompagna e non pagare assolutamente nulla. Per correttezza di informazione, sappiate che lo stesso scorcio con i carrelli si trova anche all’interno degli Studios di Harry Potter, dove sicuramente non farete alcuna coda (ce ne sono ben 4 per farsi le foto).

Inoltre devo fare un’annotazione che prima del viaggio non avevo letto da nessuna parte: ricordatevi che il merchandising in vendita allo shop del Binario 9¾ è quasi interamente esclusivo di quel negozio. Io ho fatto il grande errore di aspettare, rimandando l’acquisto per gli Studios (per vedere se avessi trovato di meglio, con la scusa, tanto poi in caso quelle cose le ritrovo lì)  e alla fine sono rimasta a mani vuote!

Stazione da cui parte la Ford Anglia

Nella vita reale: St Pancras Renaissance Hotel
Film: Harry Potter e la camera dei segreti

Quasi tutti ricorderanno una delle scene epiche del secondo film di Harry Potter: Harry e Ron, trovando chiuso e bloccato il passaggio il binario 9¾, decidono di raggiungere Hogwarts con la macchina volante, la Ford Anglia, stregata dal Sig. Weasley.

In realtà la scena non è stata girata a King’s Cross ma nella stazione che si trova esattamente di fronte, la St Pancras Station. L’edificio antico, che si trova alle spalle della nuova e moderna stazione, in realtà è stato trasformato in un hotel di lusso. Per ammirare lo scorcio del film NON dovete attraversare la stazione, ma girarci attorno e imboccare il viale laterale che porta a entrambe le stazioni.

Il Paiolo Magico

Nella vita reale: negozio nel vicolo laterale del Leadenhall Market, il Bull’s Head Passage
Film: Harry Potter e la pietra filosofale

Non avete letto male: nella saga cinematografica esistono 2 diversi paioli magici, il pub da cui si accede a Diagon Alley, la via dello shopping magico. Nel primo film, infatti, la location si trova in un luogo incantevole, il Leadenhall Market. Più precisamente, in un piccolo vicolo laterale, quasi nascosto, che per nulla attira l’attenzione (tant’è che noi ci abbiamo messo qualche minuto per scovarlo).

Nella realtà l’ingresso della locanda è quello di una farmacia di colore bianco, e non nero, ma è perfettamente riconoscibile. Potete vedere la scena nella quale compare in questo video su YouTube.

Il Paiolo Magico

Nella vita reale: presso il Borough Market, su Bedale Street
Film: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Invece in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, quando Harry raggiunge il Paiolo Magico con il Nottetempo, l’autobus notturno che arriva in soccorso di maghi in difficoltà, il pub ha cambiato completamente aspetto e posizione. Si trova infatti nel cuore del Borough Market, un favoloso mercato e zona di street food ricavata sotto le linee sopraelevate della ferrovia.

La posizione originale del Paiolo Magico era troppo piccola per consentire il passaggio dell’enorme autobus. Inoltre, il regista di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Alfonso Cuaron, voleva che il suo film assumesse un tono più cupo e sinistro. E questo muro sotto i binari del treno di fronte al Borough Market è perfetto.

Non è facilissimo da individuare (l’ingresso è in corrispondenza di Lee Brothers) ma occhi attenti non si faranno sfuggire il punto esatto, che si riconosce proprio per i ponti della ferrovia. Al di là della location, venire qui è un’ottima scusa per visitare il Borough Market, ampiamente riconosciuto come uno dei migliori mercati alimentari di Londra e, sebbene sia insopportabilmente affollato durante le ore di punta del pranzo, è un luogo incredibile, dove avrete l’imbarazzo della scelta fra le cucine di tutto il mondo.

Diagon Alley

Nella vita reale: mercato vittoriano coperto di Leadenhall Market
Film: Harry Potter e la pietra filosofale

Il Leadenhall Market, nato nel quattordicesimo secolo, è uno dei più antichi mercati coperti londinesi ancora attivi e compare di sfuggita in Harry Potter e la pietra filosofale. In realtà non si tratta di un vero e proprio mercato, ma è una splendida struttura in ferro e vetro vittoriana, all’intero della quale si trovano locali e negozi di ogni tipo.

Pare che abbia ispirato la realizzazione di Diagon Alley, con quella successione di negozi dalle vetrine di legno colorato e l’alone magico che lo avvolge. Se vi recate nel tardo pomeriggio, i pub che si trovano al suo interno pullulano di gente che si ferma per il dopolavoro per una birra con colleghi e amici prima di tornare a casa.

Notturn Alley

Nella vita reale: Goodwin’s Court e Cecil Court
Film: Harry Potter e la camera dei segreti

Questi due vicoletti, che si trovano a pochi passi di distanza, pare che abbiano ispirato la rappresentazione di Notturn Alley, il vicolo magico dello shopping per gli ingredienti della magia oscura.

Goodwin’s Court è effettivamente piccolo e inquietante, anche se viene sempre più frequentato da gente a caccia di fotografie, mentre mi ha colpito maggiormente Cecil Court, una piccola viuzza che ho trovato molto più caratteristica. Infatti è popolata da negozi decisamente particolari, come librerie esoteriche, librerie per bambini con prime edizioni, cappellerie stravaganti e oggettistica.

Pensate che Mozart, il famoso compositore, visse a Cecil Court quando trascorse un periodo a Londra nell’aprile del 1764. Il suo primo appartamento in Inghilterra si trovava sopra un negozio di barbiere a Cecil Court. Un cartello blu ora segna il punto in cui un tempo viveva.

Il ponte distrutto dai Mangiamorte

Nella vita reale: Millennium Bridge
Film: Harry Potter e il principe mezzosangue

Il crollo del Millennium Bridge di Londra è il drammatico inizio di Harry Potter e il Principe Mezzosangue. Questo ponte pedonale sospeso attraversa il fiume Tamigi, collegando la pittoresca zona di South Bank con la City e mentre lo si percorre, avrete una magnifica prospettiva sulla Cattedrale di St Paul.

Nei film di Harry Potter sono stati aggiunti diversi luoghi che nei libri, ovviamente, non sono stati citati, come il municipio di Londra, che si trova accanto al Tower Bridge lungo le rive del Tamigi: nella pellicola sono proprio i dipendenti del municipio ad essere gli sconvolti testimoni dell’attacco dei Mangiamorte al Millennium Bridge.

Il Ministero della Magia

Nella vita reale: Great Scotland Yard
Film: Harry Potter e l’ordine della fenice

Tra la fermata di Charing Cross e quella di Embankment su Horse Guards Avenue, sicuramente vi metterete a cercare la famosa cabina del telefono rossa, che solamente gli appassionati sanno essere l’ingresso segreto per il Ministero della Magia.

In realtà non esiste nessuna cabina telefonica: è stata posizionata solo per esigenze sceniche e rimossa alla fine delle riprese. Ma per gli appassionati rimarrà sempre l’entrata ad una delle istituzioni più iconiche dei libri, il corrispettivo magico delle organizzazioni politiche babbane, ovvero Whitehall e Old Scotland Yard.

La Gringott

Nella vita reale: Australia House
Film: Harry Potter e la pietra filosofale –  Harry Potter e i doni della morte

Le scene della Gringott, la banca dei maghi in Harry Potter e la Pietra Filosofale sono state girate all’interno dell’Australia House nel centro di Londra. Inaugurata dal re Giorgio V nel 1918 l’eidificio è sempre stato un importante punto di riferimento della città.

Purtroppo gli interni non sono visitabili ma anche il suo aspetto esteriore ricorda moltissimo la facciata della Gringott. Nel primo film Harry scopre di aver ereditato una fortuna dai suoi genitori e accompagna Hagrid a prelevare dalla camera 713 un misterioso pacchetto per Albus Silente.

I tunnel sotterranei, i binari e gli strani goblin saranno ritratti ancora meglio nel 7° film, quando Harry, Ron e Hermione si introdurranno alla Gringott con l’inganno per rubare la coppa dei Tassorosso, custodita nella camera blindata di Beatrix Lestrange e scappare poi inseguiti da un drago inferocito a guardia dei tesori della banca.

12 di Grimmauld Place

Nella vita reale: Claremont Square
Film: Harry Potter e l’ordine della fenice

Probabilmente il 12 di Grimmauld Place per maggior parte delle persone non dice assolutamente nulla. Ma un vero fan di Harry Potter sa benissimo che dietro quell’anonima facciata, celata all’occhio degli ignari babbani, si cela in realtà la casa dei genitori di Sirius Black, diventata la sede segreta dell’Ordine della Fenice. Questa casa esiste davvero ed è una delle casette a schiera di Claremont Square, nel quartiere Islington, non lontano da King’s Cross.

Si vede chiaramente sia in Harry Potter e l’ordine della fenice e poi ancora nella prima parte di Harry Potter e i doni della morte, quando Alastor Moody sbatte il suo bastone nel terreno, svelandola magicamente l’inganno agli occhi increduli di Harry. E’ proprio qui che Harry trascorrerà gli ultimi momenti felici insieme a Sirius Black, prima di affrontare grandi sfide e immani dolori.

Nel XVIII secolo la piazza ospitava una riserva d’acqua, in seguito riempita e coperta d’erba: si spiega così il motivo della sua strana forma.

Il Rettilario

Nella vita reale: London Zoo
Film: Harry Potter e la pietra filosofale

Chi ha in programma di visitare lo Zoo di Londra, non dovrà perdersi il rettilario. E’ proprio qui che Harry scopre di saper parlare con i serpenti, quando visita lo zoo di Londra insieme a suo cugino Dadley Dursley in Harry Potter e la Pietra Filosofale, in occasione del compleanno del cugino.

Epica la scena in cui l’arrogante e presuntuoso Dadley resta intrappolato nella teca mentre il serpente scappa spaventando tutti. Sono i primi indizi della natura magica di Harry Potter nei film.

Scalinata per arrivare nell’aula di Divinazione nella Torre Nord di Hogwarts

Nella vita reale: The Dean’s Stairs alla St Paul’s Cathedral
Film: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

All’interno della cattedrale di St. Paul si trova una scala a chiocciola molto particolare, la Dean’s Stairs, a volte chiamata scala geometrica. Fu progettata da Christopher Wren nel 1705 e costruita da William Kempster: i suoi 88 gradini di pietra sembrano galleggiare, salendo per 50 piedi. Ogni gradino è perfettamente sagomato per bilanciare il gradino prima e quello successivo, senza altri mezzi di appoggio. Una vera opera di ingegneria e di perfezione architettonica. La scala serve a raggiungere il triforium, da cui si ottiene una vista pazzesca del pavimento della cattedrale. 

E’ stata usata in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban come scalinata per arrivare nell’aula di Divinazione nella Torre Nord di Hogwarts. Qui la bizzarra Professoressa Cooman, interpretata dalla splendida Emma Thompson, spaventa Harry con una delle sue profezie sul gramo e tiene le sue lezioni fra sfere di cristallo, interpretazioni dei pianeti e fondi di thè.

Purtroppo, dobbiamo avvisarvi, la scalinata è spesso chiusa al pubblico. Nonostante il caro prezzo del biglietto di ingresso alla cattedrale, non abbiamo potuto ammirare la meravigliosa scala geometrica. Occorre prenotarsi per una piccola visita guidata compresa nel biglietto d’ingresso ma l’apertura è condizionata dal numero di persone che richiedono di vederla.

Piccadilly Circus

© www.visitbritain.com

Film: Harry Potter e i Doni della Morte

In Harry Potter e i Doni della Morte assistiamo a una scena memorabile, quella in cui vediamo Harry, Hermione e Ron correre attraverso il West End di Londra. I nostri eroi saltano materializzandosi in mezzo alla strada, dopo essere scappati dal matrimonio di Bill e Fleur alla Tana, rovinato dai Mangiamorte. Questa scena è stata girata in una Piccadilly Circus affollata e trafficata.

Oltre a Piccadilly Circus in queste scene vediamo di sfuggita anche Shaftesbury Avenue, la via dei teatri. Hermione con un velo di tristezza dirà: “Venivo sempre qui con mamma e papa”.

La metropolitana di Londra

Nella vita reale: stazione di Westminster
Film: Harry Potter e l’Ordine della Fenice

Per filmare alcune scene di Harry Potter e l’Ordine della Fenice, la produzione ha fatto chiudere al pubblico la stazione della metropolitana di Westminster per un giorno intero. Nel film Harry e il signor Weasley la attraversano per andare al Ministero della magia.

Westminster è una delle zone più centrali ed evocative di Londra ed è vicina a molte attrazioni come il Big Ben, l’Abbazia di Westminster; Parliament Square, London Eye e queste attrazioni appaiono anche nelle scene in cui Harry vola insieme agli Auror per raggiungere la casa dell’Ordine della Fenice.Una meravigliosa scena di Londra illuminata di notte: da non perdere!

In queste scene frenetiche si vede anche un altro luogo sconosciuto ai più: il Butler’s Wharf. Chiamato anche Shad Thames, si tratta di una storica strada lungo il fiume vicino al Tower Bridge a Bermondsey: nel 19° secolo, l’area comprendeva il più grande complesso di magazzini fluviali di Londra. Questa zona, decisamente poco turistica, è pazzesca. Un insieme meraviglioso di archeologia industriale. I magazzini, oggi riconvertiti in appartamenti, ristoranti e locali conservano le loro caratteristiche originali di muratura, verricelli, grandi insegne e la maggior parte prende il nome dalle merci che originariamente vi erano immagazzinate: Vanilla & Sesame Court, Cayenne Court, Wheat Wharf, Tea Trade Wharf, con ulteriori edifici intitolati cannella, cardamomo, finocchio, cumino, zenzero, tamarindo,chiodi di garofano, anice e coriandolo. Si dice che un secolo di spezie fosse infuso nella muratura, quindi dopo che furono convertite in appartamenti i primi abitanti di ogni edificio potevano ancora percepire il profumo da cui prendeva il nome.

Il percorso del Nottetempo

Nella vita reale: Lambeth Bridge
Film: Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban

Come dimenticare la scena del rocambolesco viaggio di Harry sul Nottetempo in Hary Potter e il Prigioniero di Azkaban! Il bus magico per maghi in difficoltà attraversa un ponte contromano, per evitare di schiantarsi contro altri due autobus si allunga e si schiaccia così tanto da distorcere tutto quello che contiene.

Il Nottetempo corre come un pazzo su Lambeth Bridge e poi sul Westminster Bridge. I ponti sono dipinti di rosso e verde per rappresentare il colore delle sedute delle camere del Palazzo di Westminster: la Camera dei Lord (rosso) e la Camera dei Comuni (verde).

Privet Drive n. 4 – Little Whinging

Nella vita reale: numero 12 di Picket Post Close nel Berkshire
Film: Harry Potter e la pietra filosofale

Questa location è decisamente fuori mano. Dal momento che è stata riprodotta fedelmente anche all’interno degli Studios, potete anche evitare di venire fino a qui. La casa degli zii di Harry, i Dursley, infatti si trova in realtà fuori Londra, al numero 12 di Picket Post Close nel Berkshire.

Privet Drive numero 4 a Little Whinging è il posto dove Harry è cresciuto e dove continuerà a vivere nonostante scopra di essere un mago. Fino a quel momento viveva nel celebre sottoscala. Si tratta del classico sobborgo fuori Londra, un quartiere residenziale/dormitorio per tutti coloro che fanno i pendolari.

Se però desiderate vederlo dal vivo e non avete un’auto a disposizione, sappiate che è raggiungibile anche con i mezzi, scendendo alla stazione di Martins Heron che si trova vicino a Picket Post Close, partendo dalla stazione di Waterloo a Londra. Ovviamente si tratta di una casa privata e come tale va rispettato il diritto alla privacy dei proprietari e si consiglia un comportamento NON molesto!

La casa di Hermione Granger

Nella vita reale: numero 7 di Heathgate nel sobborgo di Hampstead Garden
Film: Harry Potter e i doni della morte 1

Andare alla ricerca della casa dei Granger, è una buona occasione per visitare un quartiere meno conosciuto ma davvero delizioso, Hampstead, una sorta di villaggio all’interno di Londra, una zona ricca e benestante, con magnifiche residenze e ville.

Nella storia, Hermione decide di obliviare i suoi genitori per proteggerli da Voldemort, cancellando per sempre se stessa dai loro ricordi. E’ indubbiamente una scena molto toccante, sebbene non esista affatto nel libro.

La casa di Hermione si trova al numero 7 di Heathgate nel sobborgo di Hampstead garden e potrete raggiungerla in metropolitana scendendo a Golders Green. Anche in questo caso parliamo di una residenza privata, abitata da persone che di sicuro non apprezzeranno curiosi ad osservarla troppo a lungo!

Studios di Harry Potter

Ho lasciato per ultimi gli Studios di Harry Potter certamente non per ordine di importanza, ma perché rappresentano un momento assolutamente unico.

E’ stata una delle più grandi emozioni della mia vita, un sogno che si è finalmente avverato: passeggiare per Diagon Alley, salire sull’Hogwarts Express, curiosare nell’aula di Pozioni. Ma per scoprire le incredibili magie che vi aspettano vi rimando alla nostra guida agli Studios di Harry Potter!

La statua di Harry Potter

Nel cuore di Soho, a Leicester Square, si trova un’iconica statua di Harry Potter sulla sua amata scopa! Ma perché proprio qui?

In realtà l’opera dell’artista Andrzej Szumczyk fa parte di un progetto molto più ampio che si chiama Scenes in the Square; sulla centralissima piazza infatti, Harry Potter non è l’unico personaggio del mondo del cinema e dello spettacolo. Il maghetto si contende la scena con altri protagonisti del cinema britannico come l’orsetto Paddington, Mary Poppins, Batman e Bugs Bunny.

Le statue diventano ancora più suggestive la sera, quando i riflettori che le illuminano donano loro nuova vita, con chiaroscuri incantevoli. Harry Potter dovrebbe rimanere a Leicester, la piazza dove si è tenuta la premier del primo film, solamente fino a luglio 2023 ma scommetto che il suo grande successo decreterà la sua permanenza definitiva.

Harry Potter e la maledizione dell’erede a teatro

Al Palace Theatre, nel cuore del quartiere dei teatri di Londra, fino al 2023 continua l’avventura di Harry Potter grazie ad uno spettacolo scritto dalla stessa Rowling, che ha immaginato il proseguo della storia, ambientata 19 anni dopo la conclusione della serie di libri.

Harry Potter and the cursed child ha diviso i fan tra chi lo ha amato e chi lo ha detestato vivacemente. Una serata a teatro potrebbe essere una buona occasione per vedere dal vivo l’oggetto della discordia.

La casa dei Minalima

La House of MinaLima a Londra è una visita imperdibile per ogni fan di Harry Potter. Questa piccola boutique e galleria nel quartiere di Soho, ti permette di entrare nel mondo dei maghi attraverso stampe, libri illustrati e oggetti di scena dei film di Harry Potter.

Questo negozio e la galleria sono gestiti dal duo di designer che ha creato l’arte grafica vista nei film di Harry Potter: in pratica sono loro che hanno tradotto in immagini il mondo estetico tratteggiato nei libri della Rowling. È una piccola fetta di magia a Soho e una delle migliori cose di Harry Potter da fare a Londra.

Il piano terra è dedicato al negozio. Qui troverai copie illustrate di Harry Potter e la Pietra Filosofale e Harry Potter e la Camera dei Segreti, attualmente gli unici libri della serie di Harry Potter che MinaLima ha illustrato. Troverete anche stampe, biglietti per appunti, diari, magneti, spille e carta da parati, mappa del malandrino, l’albero genealogico dei Black, carta da lettera, la lettera di ammissione e molto altro. Poi ci sono le stampe d’arte, ovvero le stampe pregiate disponibili in finitura standard e finitura premium. Queste ultime hanno prezzi inavvicinabili, sono impreziosite da lamina d’oro, in tiratura limitata e firmate da Miraphora Mina e Eduardo Lima.

Ma la vera magia si compie al piano di sotto, nella galleria. Qui potrete ammirare da vicino oggetti di scena autentici dei film di Harry Potter: si trovano in tavoli in legno con ripiano in vetro e vetrine che si integrano perfettamente con il design della galleria. I MinaLima hanno infatti progettato alcuni elementi iconici della saga come il biglietto dell’Hogwarts Express, la Gazzetta del Profeta e la Mappa del Malandrino. Gli appassionati rimarranno a bocca aperta di fronte alle copie originali dei libri di testo usate nei film e al caminetto decorativo da cui escono le lettere di Hogwarts.

La visita è assolutamente gratuita e non vincolante all’acquisto ma fuori si crea sempre moltissima coda per l’ingresso. Calcolate almeno 30 minuti di attesa: regolatevi bene perché a 15 minuti dalla chiusura del negozio, viene interdetto l’accesso alla galleria.

Preparare pozioni durante un Afternoon Tea

© wizardexploratorium

Esistono diverseTea House che organizzano Afternoon Tea a tema Harry Potter. Al Wizard Afternoon Tea di The Wands & Wizard Emporium userai la magia, un po’ di gastronomia molecolare babbana, per preparare le tue bevande magiche.

Mentre al Cutter&Squidge ti lascerai alle spalle le strade trafficate di Londra pr scendere al piano di sotto nella lezione di pozioni. Mettiti di nascosto e poi siediti ai banchi in stile scuola e aspetta il tuo maestro di pozioni. Ti faranno preparare pozioni e ogni tipo di intruglio in pochissimo tempo.

Costruisci la tua bacchetta

Personalizza, progetta e costruisci la tua bacchetta magica illuminata e funzionante. Al The Magic Wand Experience costruirete la vostra bacchetta unica. Assemblerete la bacchetta attraverso una serie di scelte attorno ai componenti della bacchetta, come il legno della bacchetta magica, il nucleo magico, il manico della bacchetta e l’asta della bacchetta. In tutto ci sono oltre 280 possibili combinazioni di bacchette.

Una volta costruito, il Wandmaker vi guiderà attraverso l’uso della vostra bacchetta con il lancio degli incantesimi di magia avanzata.

Prepara un cocktail come una pozione magica

© wizardexploratorium

Una lezione di cocktail coinvolgente in cui indosserete un mantello, brandirete una bacchetta magica funzionante e userete la mixologia molecolare per preparare elisir bevibili.

Dopo aver ricevuto una bacchetta vi siederete alla vostra postazione di lavoro interattiva dove preparerete due cocktail molecolari da una selezione di opzioni, ognuna delle quali ha proprietà ed effetti diversi.

Vi ricordiamo che l’età minima consentita per partecipare è di 7 anni.

Dormire in un hotel a tema Harry Potter

Ti piacerebbe trascorrere una notte a Hogwarts? Al Georgian House Hotel si può. Tutte le stanze a tema sono nascoste dietro misteriose librerie, accessibili camminando attraverso una sala a lume di candela leggermente inquietante.

Quadri incantevoli, vetrate colorate, letti a baldacchino, muri in pietra, arazzi e persino calderoni ti faranno sentire come se fossi entrato nel mondo di Harry Potter.

Join the Conversation

2 Comments

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.