Come preparare una Busy Bag per bambini

Come affrontare un lungo viaggio in aereo o gestire i momenti critici con i bambini?

Preparando una fornita Busy Bag, ovvero una piccola borsa dedicata ai più piccoli, che contiene giochi, strumenti di intrattenimento, attività poco ingombranti e al tempo stesso impegnative da proporre al bambino in diversi momenti del viaggio.

Ma in cosa consiste? Non esiste una risposta univoca: la busy bag varierà il suo contenuto non solo in base agli interessi del bambino, ma soprattutto alla sua età. Quello che diverte un bimbo di 1 anno non potrà mai essere uguale a quello che tiene impegnato uno di 3.

 

Caratteristiche

Al di là delle variazioni di età e di interessi, quali caratteristiche deve avere una busy bag?

Per noi che rifuggiamo le vacanze stanziali e scegliamo sempre quelle itineranti e faticose, la busy bag deve avere dei requisiti ben precisi.

Poco ingombrante

A volte leggo di interi trolley dedicati ai giochi da viaggio dei bambini. Forse per un soggiorno fisso in una sola località potrebbe andare bene, ma per un viaggio itinerante è improponibile. Il contenuto deve essere compatto e portare via poco spazio.

Versatile

Io cerco di scegliere sempre giochi piccolini, poco pesanti, compatti ma allo stesso versatili, ovvero che possano essere utilizzati in maniera ripetuta e varia nel corso della vacanza.

Pratica

Inutile, secondo me, portare un intero gioco da tavola, magari il preferito dal bambino, peserebbe troppo.

Devono essere giochi pratici, semplici e possibilmente vari e diversificati come tipologia tra di loro.

Con effetto rassicurante

A mio avviso una buona busy bag è composta da oggetti che riescono a far scaturire due effetti opposti e molto diversi fra loro. Da una parte devono provocare un effetto rassicurante. Mai partire per un lungo viaggio senza portarsi dietro le macchinine preferite o il doudou del cuore.

Sarebbe come togliere delle certezze quotidiane che danno conforto e rassicurazione durante un viaggio in cui si cambia ogni giorno posto per dormire o si affrontano situazioni nuove e spiazzanti per un bambino piccolo.

Con effetto sorpresa

Dall’altro occorre inserire anche oggetti che facciano nascere un pò di stupore al momento giusto.

Ad esempio giochini dimenticati che il bambino non vede da tempo e che vengono così riscoperti e ri-amati, attività nuove e stimolanti per coinvolgerlo, fino a piccole sorpresine per premiarlo dopo aver superato senza capricci giornate particolarmente stressanti (ad esempio lunghi trasferimenti in macchina) o situazioni impreviste che obbligano il bambino a stare buono (ad esempio un ritardo aereo).

Leggera

Leggo spesso di attività in legno, puzzle, box e set di giochi molto ingombranti. Parola d’ordine leggerezza: albumetti, stickers, colori, tutto quello che porta via il minor ingombro possibile garantendo la massima resa.

Variabile

Non riprendete la busy bag utilizzata 6 mesi prima così com’è per riproporla al vostro bimbo. Tra un viaggio e l’altro il bambino cresce, cambia i gusti, affina gli interessi.

Ragionare razionalmente su cosa portare, cosa lasciare e cosa cambiare, potrà essere vitale per la vostra serenità.

 

Busy Bag in base all’età

Come ho già accennato prima, il contenuto della busy bag varia in base all’età del bambino.

Ho provato  a ricordare le nostre busy bag in base agli anni per fornire qualche esempio concreto e testato in viaggio.

La nostra busy bag per un bimbo di 1 anno

Fino all’anno di età le cose che servono ad intrattenere un bambino sono proprio poche: gli basta di fatto la sua mamma.

E’ utile portarsi comunque dietro il doudou (se lo usa) e qualche giochino sensoriale e tattile, ottimo per distrarlo in caso di dentizione fastidiosa o di piccoli nervosismi.

 

La nostra busy bag per un bimbo di 2 anni

I due anni sono un periodo di transizione: la maggior parte dei bambini non possiede ancora la capacità di tenere a lungo l’attenzione e di fare giochi ragionati e costruttivi utilizzando attività e componenti.

Via libera ai colori e a piccoli set di personaggi per intrattenerli nei momenti morti.

1. Peluche/Doudou

Ogni bimbo ha il suo: può essere un animaletto, un personaggio, un oggetto, anzi, L’Oggetto più amato del mondo, prezioso e insostituibile, sempre a portata di mano, per consolazione o per fare la nanna. Il nostro è double face: da un lato peluche , dall’altra cuscino. Geniale.

2. Set personaggi Paw Patrol

Grande amore la Paw Patrol. E grande genialata l’idea di acquistare un set completo di personaggi e dargliene uno ad ogni viaggio, in modo da creare un vero piccolo armamentario di sopravvivenza.

3. Set personaggi Topolino

Avevo ritrovato nei miei giochi da bambina un sacchettino di pupazzetti della banda di Topolino, che mio padre mi regalava di tanto in tanto e che io pure mi portavo in giro (senza sapere che si chiamasse busy bag).

Nostro figlio, in questo anno di grandi cambiamenti, li ha adorati e ci giocava tantissimo, soprattutto la sera al ristorante. Piccoli, pratici, versatili e leggeri.

4. Set caffè/thè

Non siamo genitori che ingabbiano i propri figli nei giochi di genere, anzi invitiamo a giocare con tutto. Così come ora nostro figlio ha la sua cucina e si diverte a cucinare con me (con tanto di cappello e grembiule), in quel periodo andava matto per un economicissimo set di piattini e tazzine dotato di teiera e caffettiera.

Mentre aspettavamo un tavolo in un pub di Boston, ha tirato fuori tutto il set e si è messo a giocare al bancone!

5. Album da colorare

Secondo me, a questa età si divertono molto di più con album che raffigurano oggetti di vita quotidiana o animali piuttosto che vari personaggi dei cartoni.

6. Pastelli

Sporcano decisamente meno rispetto ai pennarelli e divertono lo stesso. Meglio se in formato mini racchiusi in piccole scatoline. Io ad esempio tengo sempre da parte quei kit da tavola che alcuni ristoranti all’estero spesso forniscono per far divertire i bimbi insieme alle tovagliette da colorare: sono perfetti da portare in viaggio.

7. 8. Libretto e piccoli puzzle di Peppa Pig e Masha e l’Orso

Ho trovato questa attività, disponibile in tante varianti di cartoni animati, davvero simpatica. In un’unica e pratica scatolina c’è un libretto rigido e una serie di simpatici puzzle semplici semplici a tre pezzi che illustrano il tema del libro (i mestieri, i colori, le azioni, i miei giochi etc).

Un modo pratico e divertente per giocare e imparare anche in viaggio.

 

La nostra busy bag per un bimbo di 3 anni

Con i 3 anni inizia a cambiare un pò tutto. Non solo si affinano i gusti ma, almeno nel nostro caso, ci si appassiona alla lettura.

1. Tablet

Noi lo portiamo sempre di scorta, con l’intento in realtà di usarlo il meno possibile.

Lo so è un pò un controsenso, lo ammetto, ma il concetto è questo. Preferiamo stimolare la sua fantasia con il gioco spontaneo, sfruttando quello che si ha a disposizione. Ma non si può mai sapere cosa succede durante un viaggio lungo e quali difficoltà si potranno incontrare: può sempre capitare la giornata no, la crisi isterica, il contrattempo, il momento di bisogno in cui un tablet può davvero venire in aiuto.

Lo abbiamo fornito di svariate puntate dei cartoni preferiti (Masha, Topolino, Paw Patrol, Pigiamask etc) e anche di una serie di giochi educativi e puzzle interattivi.

2. Cuffie da viaggio

In aereo le cuffie sono sempre troppo grandi per i bimbi piccoli, meglio quindi munirsi delle proprie anche da usare sui treni e non dare fastidio agli altri passeggeri con la voce urticante di Peppa Pig.

3. Le macchinine preferite

Ogni bimbo ha le sue, noi siamo nella fase Cars. Nonostante a casa abbiamo tutta la serie da collezione, mi sono premunita di un piccolo numero di personaggi acquistati a poco prezzo: essendo i suoi preferiti non si possono lasciare a casa, ma sostituendoli con una versione ultra economica possiamo anche prenderci il lusso di perderli in giro per il mondo.

4. Album da colorare

E’ sempre un jolly magico da tirare fuori a cena, in treno o in aereo, un evergreen che permette di calmare i temperamenti e garantire ai genitori qualche minuto di tranquillità e silenzio.

5. Pennarelli/matite

Ogni bimbo ha le sue preferenze in fatto di pennarelli e matite ma sono sempre utili, possibilmente se dotati di un pratico astuccio da viaggio.

6. Stickers

Questa è una delle invenzioni del secolo: gli stickers. Una vera manna, un intrattenimento assicurato da giocarsi nei momenti critici degli spostamenti. Soprattutto quelli stacca/attacca garantiranno al bimbo un gioco sempre nuovo e divertente.

7. Set di macchinine

Noi abbiamo un maschietto e ovviamente portiamo le macchinine ma questo accessorio si può sostituire con animaletti, bamboline e altri piccoli oggetti di interesse. Averne un piccolo set (dal peso e dalle dimensioni contenute) permette di trasformare qualsiasi superficie in un magico parco giochi.

8. Peluche/Doudou

A distanza di 3 anni il suo Dodo è ancora un oggetto indispensabile da portare sempre con noi.

9. Piccoli libri da viaggio

Nostro figlio si è innamorato dei Librottini Disney Giunti. Sono perfetti per il viaggio: piccoli, non ingombranti, non troppo pesanti, adatti ad essere sfogliati anche in autonomia.

Ogni viaggio me ne porto sempre un paio nuovi a sorpresa: diventano il tesoro prezioso capace di calmare animi e sedare capricci oltre ad assolvere alla funzione di storia della buonanotte.

 

La nostra busy bag per un bimbo di 4 anni

Con i 4 anni la situazione si assesta e rimangono 2 grandi priorità: la lettura e gli amici del cuore, che nel nostro caso sono i personaggi di Planes, Cars e Super Wings.

1 . La serie Storie 4 Ruote

Scoperti da qualche mese, questi libri sono subito piaciuti al nostro piccolo. Ogni libro incentra la storia su uno dei tanti personaggi di Belleville e sui loro strumenti a motore: ruspe, furgoni, camion dei pompieri, treni, trattori e molti altri.

Sono libretti piccoli, leggeri, pratici ma sopratutto ben disegnati.

2/3. I librottini Disney Giunti

Passa il tempo ma non l’amore per questi piccoli libretti che raccontano in maniera sintetica la storia dei cartoni Disney.

4/5 Planes Missione Anti Incendio

E’ stato il primo amore di Tommaso e ancora adesso resiste al passare degli anni. Occorre sempre averlo a portata di mano.

6. Zaino gufetto

Ora il cucciolo è sufficientemente grande per avere il suo bagaglio da custodire gelosamente.

Abbiamo scelto lo Skip Hop Owl, un delizioso zainetto a forma di gufo, capiente ma senza essere eccessivamente ingombrante, dotato di pratiche tasche esterne.

7. Dodo

Il cuscino/doudou è il nostro amico inseparabile: viene ancora con noi e resiste a ogni mezzo di trasporto e lavaggi vari.

8. Quaderno attacca/stacca PigiaMask

I PigiaMask sono i beniamini degli ultimi mesi e quindi non possono mancare nella busy bag: colora, stacca e attacca.

9. Personaggi Cars

Cars rimane inossidabile e fortunatamente nel tempo abbiamo accumulato un discreto numero di doppioni che possiamo portarci in viaggio senza rischiare di perdere i “preziosi” pezzi della sua nutrita collezione.

10. Pista portatile in stoffa

Questa è una new entry acquistata su Etsy: una pratica pista in tessuto per macchinine che in 2 semplici mosse si ripiega a dimensioni fazzoletto. Geniale.

11/12 Super Wings

I mitici aerei trasformabili sono perfetti da portarsi in viaggio: piccoli e leggerissimi.

Inoltre ho trovato una sottile valigetta/quaderno di stickers che sicuramente daranno vita a mille giochi.

 

Busy bag in base al viaggio

Prima dei 4 anni ha poco senso secondo me, ma con il crescere progressivo dell’età non esiste magia più grande del “prepararli” al viaggio che si sta per intraprendere insieme.

Si tratta di coinvolgerli attivamente nella preparazione del viaggio, vedere film insieme, cartoni a tema, libri illustrati e creare anche una mini busy bag relativa al viaggio.

Noi ad esempio fra poco partiremo per i parchi canadesi e americani e vista la passione del nostro cucciolo per la scoperta e per gli animali, sto studiando un kit da piccolo esploratore che comprenderà borraccia, torcia, piccolo binocolo, lente di ingrandimento, macchina fotografica, bussola, forbicine, quadernino, card con gli animali che avvisteremo e Walkie Talkies.

Inoltre ama moltissimo le mappe: via libera alla creazione di mappe illustrate per le principali città che visiteremo (con simboli che lui potrà riconoscere) e dei singoli parchi, con gli animali che speriamo di vedere dal vivo, laghi, cascate, canyon e funivie.

 

Consigli utili

Preparare una busy bag non è una cosa banale e mi sento di darvi qualche consiglio utile per non ritrovarvi impreparati alla vigilia del vostro viaggio.

  • Prendetevi tutto il tempo per studiare bene la busy bag ma pensateci con largo anticipo.
  • La busy bag si costruisce giorno per giorno. Quando siete in giro per negozi o al supermercato buttate sempre un occhio al reparto bambini o a quello dei libri: spesso si possono trovare oggetti o giochini cui non avevate pensato ma super utili per i vostri bimbi. Non esitate a comprarli e a metterli da parte.
  • Quando navigate on line o leggete articoli, salvatevi gli spunti e gli oggetti che vi hanno colpito. Vi torneranno utili al momento di acquistarli: potrete cercare il prezzo migliore con calma.
  • Facendo ordine nella stanza dei bambini, annotate sempre mentalmente quali sono i giochi più amati, quelli che avete messo da parte o che ancora non gli avete regalato.
  • Studiate le abitudini e gli interessi del vostro bambino per orientarvi meglio nella composizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *