TransAmerica, il nostro itinerario

Quelli che seguono sono vecchi appunti del periodo 2001-2012, scritti mentre eravamo in viaggio, il più delle volte durante i trasferimenti su bus o treni. Pensiamo possano comunque essere interessanti e utili.

30 Maggio – 30 Giugno, queste le date di arrivo e ritorno dal continente sudamericano.

In 32 giorni, partendo da Buenos Aires, attraverseremo l’Argentina passando dalle fantastiche cascate Iguazù, fino al freddo e desertico nord, vicino al confine boliviano.
Entrati in Bolivia, affronteremo la sfida più dura del viaggio: 4 giorni ad altissima quota (trai 3800 e i 4800 metri) nel surreale Salar de Uyuni! Saranno 4 giorni senza alcun comfort, dormiremo in rifugi con temperature che potrebbero arrivare a -20°.
Superata la prova (speriamo!) continueremo la salita verso nord passando per Potosì (la celebre “miniera d’argento” dei colonizzatori spagnoli) e Sucre, dal quale con un volo BOA (compagnia Boliviana di cui ignoravo l’esistenza fino a un mese fa) arriveremo a La Paz, con il suo mercato della stregoneria.
Dopo una breve sosta per riprendere le energie, direzione Titicaca! Sul lago più alto del mondo passeremo 3 giorni, 1 sul versante boliviano fermandoci a dormire sull’Isla del Sol (il punto dove la popolazione Quechua ritiene sia nato il sole) e 2 su quello Peruviano, con base a Puno. Confido molto in questi 3 giorni, che ci vedranno raggiungere le isole Uros, Amantani e Taquile.
Da Puno partiremo per un giro contorto che ci porterà prima a Chivay ad ammirare i condor nel Canyon del Colca, quindi Arequipa per un giorno di relax, e infine la mitica Cusco!
Salvo imprevisti, arriveremo a Cusco il 24 Giugno, perfettamente in tempo per partecipare all’Inti Raymi, la festa del sole. Cusco sarà la nostra base per visitare Machu Picchu e tutta la valle sacra, prima di prendere un volo per Lima, dove passeremo solo poche ore, e quindi un altro per Roma in serata.

Questo l’itinerario che ci siamo prefissati di rispettare ma che già so varierà considerevolmente visti i tanti contrattempi a cui potremmo andare incontro:

  • 30 mercoledi    Roma – Buenos Aires
  • 31  giovedi    Buenos Aires
  • 1    venerdi    Buenos Aires
  • 2    sabato    Buenos Aires – Iguazù
  • 3    domenica    Iguazù
  • 4    lunedi    Iguazù
  • 5    martedi    Iguazù – Salta
  • 6    mercoledi    Salta
  • 7    giovedi    Salta – Tilcara –  Purmamarca – Tilcara  (Humahuaca)
  • 8    venerdi    Tilcara –  Humahuaca – La Quiaca – Villazon – Tupiza
  • 9    sabato    Salar
  • 10    domenica    Salar
  • 11    lunedi    Salar
  • 12    martedi    Salar – Uyuni – Potosi
  • 13    mercoledi    Potosì (miniere e casa de la moneda) – Sucre
  • 14    giovedi    Sucre (se riusciamo area dinosauri)
  • 15    venerdi    Sucre – La Paz
  • 16    sabato    La Paz
  • 17    domenica    La Paz – Copacabana – Isla del Sol
  • 18    lunedi    Copacabana – Puno
  • 19    martedi    Puno –  Isole Uros – Isola Amantani
  • 20    mercoledi    Isola Amantani – Isola Taquile – Puno
  • 21    giovedi    Puno – Chivay (Canon del Colca)
  • 22    venerdi    Chivay – Arequipa
  • 23    sabato    Arequipa
  • 24    domenica    Cuzco
  • 25    lunedi    Cuzco
  • 26    martedi    Cuzco – Pisac – Ollantaytambo – Aguas Calientes
  • 27    mercoledi    Machu Piccu – Ollantaytambo
  • 28    giovedi    Ollantaytambo – Salinas – Maras/Moray – Chinchero – Cuzco
  • 29    venerdi    Cuzco
  • 30    sabato    Cuzco – Lima – Roma

Vedremo quante differenze ci saranno tra l’itinerario abbozzato e quello reale a fine viaggio 😉

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *